IL PREDATOR 222 NASCE DALLA “MATITA” DELL’UFFICIO TECNICO DEL CANTIERE ITALIANO. È caratterizzato da una cabina a prua e da un prendisole sulla tuga che permette di godersi il sole mentre i pescatori a bordo sono alle prese con il big game fishing. Il pozzetto ha un’ampia superficie calpestabile libera da ingombri. Non ci sono gavoni a vista, tranne quello isolato a pagliolo che contiene i serbatoi di acqua e carburante e quello dei servizi cui si accede ribaltando in avanti il divano. I trincarini ospitano dei portacanne ad incasso, un lavello con rubinetto sul lato di dritta copribile da tagliere abbinato ad una vasca per il pescato e, sul lato opposto, un’unica grande vasca dove conservare le esche vive, grazie al kit di ossigenazione opzionale. Comode le imbottiture sulle murate interne quando si è in ferrata sottobordo. Due sedute a divanetto rivolte verso poppa possono accogliere altrettanti passeggeri in navigazione o durante le fasi di preparazione delle canne o delle esche, mentre sollevando i coperchi si accede ad altre due vasche coibentate ove riporre il pescato. La postazione di guida avvolta da un parabrezza in acrilato fumè con finitura in acciaio garantisce una minima protezione dal vento e un’ottima profondità di campo, così il pilota, durante la navigazione, può controllare adeguata- mente ciò che accade di fronte a lui. La consolle ha dimensioni contenute in quanto deve condividere lo spazio frontale con il portello scorrevo- le in acrilato, ma dispone comunque di un cruscotto serigrafato per gli orologi dei motori, per gli interruttori, per il blocchetto di avviamento e per i pulsanti dei flap oltre ad un’ampia superficie frontale inclinata per l’incasso di un appara- to elettronico multifunzione. L’allestimento inter- no prevede il piano di calpestio in rovere chiaro, tasche portaoggetti laterali, luci, oblò e passo d’uomo. I cuscini sono componibili su piani fissi ed amovibili che consentono l’eventuale installazione di un WC marino.

SCARICA CARATTERISTICHE TECNICHE E IL LISTINO